05 Jun

‘Brain circulation’ o ‘Brain drain’? La mobilità nelle scienze sociali e umane

Si segnala il comunicato stampa CNR:

04/06/2019

L’Istituto di ricerca sulla crescita economica sostenibile del Cnr pubblica sull’International Journal of Computational Economics and Econometrics uno studio sui percorsi di carriera dei ricercatori europei nelle scienze sociali e umane. L’investimento del paese d’origine in Ricerca e sviluppo è tra i principali fattori che spingono i ricercatori al rientro, mentre la presenza di due o più figli ostacola mobilità e carriera. Solo l’1,3% dei ricercatori stranieri analizzati sceglie l’Italia per il dottorato, a fronte di percentuali nettamente maggiori in Germania, Regno Unito e Francia, mete preferite anche dagli italiani che dopo il dottorato si trasferiscono e rimangono all’estero.


Photo by Romain Vignes on Unsplash
04 Jun

Pubblicazione articolo su Journal of Clinical Oncology

Mario Coccia segnala la pubblicazione di un articolo sul “Journal of Clinical Oncology” (IF 2018= 26.303)

Chagpar Anees B., Mario Coccia M. 2019. Factors associated with breast cancer mortality-per-incident case in low-to-middle income countries (LMICs). Journal of Clinical Oncology, vol. 37, no. 15, suppl. pp. 1566-1566, DOI: 10.1200/JCO.2019.37.15

( Research project funded by CNR at Yale University – PI Mario Coccia)

link all’abstract: https://ascopubs.org/doi/abs/10.1200/JCO.2019.37.15_suppl.1566

13 May

American Society of Clinical Oncology (ASCO) 2019 – contributo

Mario Coccia segnala il suo studio:
Factors associated with breast cancer mortality-per-incident case in low-to-middle income countries (LMICs)

In presentazione al convegno internazionale:
American Society of Clinical Oncology (ASCO) Annual Meeting. Caring for Every Patient, Learning from Every Patient.
May 31 – June 4, 2019 • McCormick Place • Chicago, IL. USA
programma
qui graphical abstract

25 Mar

Articolo su: International Journal of Critical Infrastructures

Elena Ragazzi segnala l’uscita dell’ articolo “Are security standards for electricity infrastructure a good choice for Europe? Evidence on cost and benefits from two case studies.” sulla rivista “International Journal of Critical Infrastructures”. Esso racchiude l’eredità del progetto Essence.

I sistemi di controllo delle reti elettriche sono vulnerabili agli attacchi informatici. Diversi standard di sicurezza informatica potrebbero essere adottati per la loro protezione, ma è piuttosto difficile anticipare costi e benefici della loro implementazione, e ciò ostacola la loro adozione generalizzata. Il presente documento si focalizza sull’esito di due studi di casi (riguardanti il sistema di generazione elettrica in italia e il sistema di trasmissione polaccho). L’impatto socioeconomico di un cybe-rattacco e i costi dell’adozione standard sono stimati su base oggettiva. Spetta alle autorità pubbliche decidere se richiedere l’adozione generalizzata di standard di sicurezza agli operatori del sistema elettrico. La natura del bene pubblico della sicurezza sottolinea la necessità di un sostegno pubblico per questa operazione, ma la portata e la governance di questo intervento pubblico deve essere approfondita.

Ragazzi E., Stefanini A., 2019, Are security standards for electricity infrastructure a good choice for Europe? Evidence on cost and benefits from two case studies. International Journal of Critical Infrastructures, Vol. 15, No. 3, p. 206-226.